Reishi Ganoderma lucidum, il fungo della potenza spirituale ed essenza di immortalità

REISHI GANODERMA LUCIDUM il fungo della potenza spirituale ed essenza di immortalità

Il Ganoderma lucidum ha una lunga storia di utilizzo in Cina, Giappone e altri paesi asiatici per promuovere la salute e la longevità. È un grande fungo scuro, esternamente lucido e dalla consistenza legnosa. La parola latina lucidus significa "lucido" o "brillante" e si riferisce all'aspetto lucido della superficie del fungo. In Cina, il Ganoderma lucidum è chiamato LINGZHI, mentre in Giappone il nome della famiglia Ganodermataceae è REISHI o MANNENTAKE (1). In cinese, il nome LINGZHI rappresenta una combinazione di potenza spirituale ed essenza di immortalità, ed è considerato come "erba del potere spirituale", che simboleggia il successo, il benessere, il potere divino e la longevità. Tra le specie coltivate, il Ganoderma lucidum si caratterizza per l’unicità di alcuni dei suoi componenti bioattivi (1).

Componenti bioattivi

Il Ganoderma lucidum contiene un'ampia varietà di molecole bioattive, come i terpenoidi, gli steroidi, i fenoli, nucleotidi e loro derivati, glicoproteine ​​e polisaccaridi. Le proteine ​​del Ganoderma lucidum contengono tutti gli aminoacidi essenziali e sono particolarmente ricche di lisina e leucina (4). Polisaccaridi, peptidoglicani e triterpeni sono tre principali costituenti fisiologicamente attivi nel Ganoderma lucidum (7) e il suo gusto amaro è dovuto agli oltre 100 triterpeni (i triterpeni sono terpeni, biomolecole contenenti sei unità isopreniche con 30 atomi di carbonio) e terpenoidi (terpeni modificati che hanno portato alla formazione di gruppi funzionali contenenti atomi diversi dal carbonio) di cui il fungo è ricco (5, 6). Oltre 50 triterpeni sono unici nel Ganoderma lucidum (8). Tra i terpenoidi si trovano composti di particolare rilevanza quali le vitamine liposolubli A, D, E, K. Tra le sostanze bioattive, oltre ai terpeni e terpenoidi, troviamo anche peptidi polisaccaridici idrosolubili, i β-glucani, tutti gli aminoacidi essenziali e gli enzimi coinvolti nel processo di detossificazione, di prevenzione dello stress ossidativo e di inibizione della cresita cellulare (9).

Ganoderma lucidum nella cultura cinese

Il Ganoderma lucidum è stato riconosciuto come un fungo medicinale per oltre 2000 anni e i suoi effetti sono stati documentati in antichi scritti (2). Il primo libro interamente dedicato alla descrizione delle erbe e al loro valore medicinale fu Shen Nong Ben Cao Jing, scritto in Cina durante la dinastia Han (25-220 d.C.). Questo libro è anche conosciuto come "Classic of the Materia Medica" o "Shen-nong's Herbal Classics" e descrive le sostanze botaniche, zoologiche e minerali e fu composto nel secondo secolo sotto lo pseudonimo di Shen-nong ("il santo agricoltore ")(3). Nel supplemento al classico di Materia Medica (502-536 d.C.) e il Ben Cao Gang Mu di Li Shin-Zhen, considerato la prima farmacopea in Cina (1590 d.C.;Dinastia Ming), al Ganoderma lucidum sono state attribuite diverse proprietà terapeutiche, come ad esempio gli effetti tonificanti e il miglioramento dell’energia vitale. Secondo la Farmacopea della Repubblica popolare cinese (2000), il Ganoderma lucidum agisce per ricostituire il Qi (1).

Prodotti

Reishi Ganoderma lucidum Bio Europeo Polvere e Estratto in capsule

Reishi Ganoderma lucidum Bio Europeo Polvere in capsule

Reishi Ganoderma lucidum Bio Europeo in polvere

Fonti

(1) Wachtel-Galor 2011

(2) Wasser et all. 2005 

(3) Zhu Y.P. 1998 

(4) Chang e Buswell 1996; Borchers et al., 1999; Sanodiya et al., 2009

(5) Wikipedia - i Terpeni

(6) Chen et al. 1999; Su et al. 2001

(7 )Boh et al. 2007; Zhou et al. 2007

(8) Nishitoba et al. 1984; Sato et al. 1986; Budavari 1989; Gonzalez et al. 1999; Ma et al. 2002; Akihisa et al. 2007; Zhou et al. 2007; Jiang et al. 2008; Chen et al. 2010

(9) Ivo Bianchi, Guarire con i funghi medicinali, Editoriale Programma, 2° ed. 2016

Superiore